News

La nostra selezione di News riguardanti la sostenibilità ambientale, la mobilità urbana e le iniziative sulle tematiche green.

Ricerca “Alla Carica – Generation Electricity” e Ministero dell’Ambiente: la fotografia della mobilità elettrica nelle principali 8 città italiane

— Monday, 25 March 2019

Una ricerca, promossa da “Alla Carica – Generation Electricity” e dal Ministero dell’Ambiente, ha fotografato la situazione della mobilità elettrica nelle 8 maggiori città italiane.

Il risultato? L’Italia è ancora ben lontana rispetto ad altre realtà europee nella categoria, anche se il capoluogo lombardo sta facendo da traino per la lenta crescita dell’e-mobility nel nostro Paese.

Lo studio, nel dettaglio, riguarda anche parcheggi, normative, agevolazioni fiscali, stazioni di ricarica.

Milano in testa alla classifica italiana

Milano è in testa in Italia per numero di strumenti e opzioni per la mobilità elettrica. A disposizione dei cittadini risultano ben 811 vetture a batteria, con una proporzione molto bassa per quel che riguarda le colonnine (solo 32, anche se il comune vorrebbe installarne un migliaio entro la fine del 2019).

In programma, però, anche un progetto riguardante gli autobus elettrici e l’idea di diventare una città “diesel free” entro il 2030.

Torino volenterosa

A seguire c’è Torino: 303 colonnine (saliranno a 564 entro la fine di quest’anno), 196 auto elettriche in sharing (per dicembre saranno 330), 51 bus a batteria e 200 tram. Secondo l’indagine merita un premio per “buona volontà”.

Bologna bene sull’ibrido

Bologna: lo studio le assegna il titolo di capitale delle ibride. Vanta, difatti, 4.273 veicoli a doppia alimentazione su un circolante di circa 200 mila unità (dati 2017), ma ha una crescita modesta riguardo le auto elettriche: appena 75 quelle private e 120 le vetture in car sharing.

A breve, tuttavia, saranno disponibili per il bike sharing 320 bici a pedalata assistita e in città, al momento, circolano 95 filobus, 6 i mezzi pubblici a batteria e 86 ad alimentazione ibrida.

Genova attese 200 colonnine nel 2020

La situazione di Genova: 1.965 auto ibride, 50 colonnine di ricarica (saranno 200 entro il 2020), 34 taxi a doppia alimentazione, car sharing elettrico in fase di avvio con un primo lotto di 10 auto a batteria.

Firenze successo per l’elettrico

Firenze è stata promossa a pieni voti per il più alto numero in Italia di veicoli elettrici in rapporto alla popolazione: in termini assoluti sono 4.000 (di cui 85 comunali e 72 taxi).

Le infrastrutture: ci sono 173 colonnine a doppia presa, 90 stazioni di ricarica per i mezzi comunali e 6 punti veloci per i taxi.

Roma tenta il salto

Nella Capitale: 2.400 auto elettriche in circolazione e 120 stazioni di ricarica pubblica (i piani del Comune ne prevedono 700 entro l’anno). Nel trasporto pubblico, bensì, ci sono: 160 tram e 75 filobus.

Napoli premio di consolazione

Napoli: i numeri sono bassi, ma al capoluogo partenopeo viene concesso un bonus di consolazione per le politiche di incentivo: ossia sgravi fiscali a chi acquista un veicolo elettrico, agevolazioni in ztl e alle auto ibride (per parcheggiare).

Deludente il numero di auto a batteria (appena una cinquantina), mentre è migliore il livello di elettrificazione del trasporto pubblico (61 filobus e 42 tram).

Per le colonnine, infine, la municipalizzata del trasporto ha programmato l’installazione di 120 stazioni pubbliche di ricarica.

Palermo in lenta crescita

Palermo: 24 auto elettriche in car sharing (per la fine dell’anno diventeranno 80), 17 tram, 8 colonnine e 6 stazioni di ricarica veloce.