News

La nostra selezione di News riguardanti la sostenibilità ambientale, la mobilità urbana e le iniziative sulle tematiche green.

Nuovo codice della strada: le misure per il 2019 nel ddl del Governo

— Wednesday, 13 February 2019

Il Codice della strada è l’insieme delle norme che regolano la circolazione di veicoli, pedoni e animali su strada, il quale stabilisce anche quali sono i comportamenti scorretti alla guida e le relative sanzioni.

Il nostro Codice, nel dettaglio, è composto da 240 articoli ed è affiancato da un Regolamento di esecuzione e attuazione formato da 408 articoli e 19 appendici.

Il nostro Governo è pronto alla riforma del codice della strada e il testo di legge è stato presentato in Commissione trasporti alla Camera. Esso prevede significative novità non solo per gli automobilisti, ma anche per ciclisti e per chi usa monopattino o skate per spostarsi in città.

Le novità:

– Due ruote contromano: nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 km/h si potrà andare in bici contromano indipendentemente dalla larghezza della carreggiata e dalla massa dei veicoli autorizzati al traffico. Lega e M5s prevedono che sia il sindaco a dover emanare un’ordinanza e che la possibilità di circolare anche in senso opposto a quello di marcia degli altri veicoli, sia segnalata da un pannello;

– Corsie riservate e precedenza: i ciclisti avranno anche la possibilità di circolare nelle corsie ora riservate solo ai taxi e agli autobus e quella di parcheggiare in aree adibite dal Comune, sui marciapiedi e all’interno delle zone pedonali.

Agli incroci o davanti ai semafori, inoltre, i ciclisti avranno la precedenza e non saranno più costretti ad accodarsi alle auto incolonnate.  Per le biciclette, dunque, i comuni dovranno indicare una doppia linea (una anche per le bici) davanti ai semafori e agli stop;

Obbligo di casco: diversi emendamenti presentati prevedono l’obbligatorietà dell’utilizzo del casco e degli incentivi per l’acquisto.

– Abbigliamento per i centauri e moto elettriche: la maggior parte dei motociclisti si sta confrontando sull’eventualità di inserire l’obbligo di dotarsi di un abbigliamento ‘tecnico’ di sicurezza. Le moto elettriche, bensì, potranno iniziare a circolare anche in autostrada;

– Monopattini e skate: gli skate, i monopattini e gli hoverboard, per la prima volta, entreranno a far parte del codice della strada (il dibattito in corso è sulla possibilità di farli circolare solo nelle piste ciclabili o meno).

– Controsenso e contromano: Il controsenso ciclabile non è contromano: “Contromano” significa che su una strada dove si tiene la destra, si va a sinistra; mentre nel caso del “Controsenso ciclabile”, in un senso passano le auto e nell’altro senso (dove non possono passare le auto), può passare la bicicletta.

Il “Controsenso ciclabile”, inoltre, è un elemento di sicurezza in più dato che l’automobilista che viene dall’altra parte, può vedere il ciclista permettendo una continuità dei percorsi ciclabili quasi solo con la segnaletica.

Tra le altre introduzioni: parcheggi rosa per le donne in gravidanza, lo stop al fumo e all’utilizzo dei telefonini alla guida, l’aumento delle sanzioni per i trasgressori e dei limiti di velocità sulle autostrade a tre corsie (elevato però a 150 km/h).