News

La nostra selezione di News riguardanti la sostenibilità ambientale, la mobilità urbana e le iniziative sulle tematiche green.

Mobilità, il 50% dei lavoratori rinuncerebbe all’auto privata

— Tuesday, 26 January 2021

Almeno il 50% dei lavoratori è disposto a modificare le proprie abitudini di mobilità, rinunciando all’auto privata. E solo il 20% non è d’accordo a prendere i mezzi pubblici. È quanto emerge dall’indagine “Mobilità ai tempi del Covid”, recentemente pubblicata su Wired Italia. Protagonisti sono stati alcune centinaia di dipendenti di Roma, Milano e Palermo.

La ricerca è stata effettuata durante la prima emergenza Covid-19 e analizza anche il fattore smart working. Mette in evidenza che almeno il 50% degli intervistati potrebbe continuare a lavorare da casa (anche in modo non esclusivo). In generale si evince anche che, a prescindere dalla distanza dal lavoro, la propensione al cambiamento è verso mezzi di trasporto più sostenibili (piedi, bici, servizi di sharing, navetta aziendale, carpooling) rispetto all’auto privata. Le risposte dei lavoratori sottolineano ancora una volta quanto siano importanti il piano di mobilità aziendale e la programmazione della mobilità di grandi comunità di cittadini (dipendenti di aziende ed enti pubblici, studenti di scuole e università) per ridurre gli impatti del traffico veicolare sull’ambiente e migliorare la qualità della vita e la sostenibilità delle nostre città.

Con l’attuale emergenza Covid-19, il tema delle conseguenze sanitarie e ambientali degli spostamenti “necessari” casa-lavoro e casa-scuola è diventato cruciale. La redazione del Piano degli Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) è diventata obbligatoria per le aziende con più di 100 dipendenti. Questo grazie al decreto legge Rilancio del 19 maggio 2020.